lunedì 15 febbraio 2010

LE MIE IDEE PER IL VENETO/1

VICENZA IN METRO'

Blocchi del traffico, passanti, pedemontane... il Veneto rimane ostaggio di una mobilità soffocante. Migliaia di lavoratori, studenti, cittadini qualunque, turisti, vivono lo spazio tra Verona e Venezia come una grande area metropolitana che non ha una metropolitana. Dall'aereoporto Catullo alla Basilica Palladiana, da Vicenza all'università di Padova, da Padova al teatro la Fenice: la più necessaria infrastruttura veneta del prossimo decennio è una METROPOLITANA.
Il Veneto in Metrò è un'idea di una regione che fa rete, risparmia energia e tempo, connette punti di vivacità economica, sociale, culturale, è diventa finalmente europea. E soprattutto Vicenza deve salire in metrò, agganciarsi al progetto della rete ferroviaria metropolitana regionale.


4 commenti:

  1. Si spieghi meglio nei dettagli pratici: progetto, costi, etc etc.
    Per ora è una bella idea, ma del tutto utopica.

    RispondiElimina
  2. Sì, sarebbe interessante conoscere le modalità di attuazione di questo progetto.
    Vorrei anche sapere cosa ne pensa esattamente della costruenda Pedemontana.
    Grazie.

    RispondiElimina
  3. p.draghicchio21 marzo 2010 18:50

    Sono convinta che chi ha usato metropolitane può rendersi conto dell'estrema utilità delle stesse: risparmio di tempo ed energia, minor traffico sulle strade, percorsi di maggiore agibilità per anziani e diversamente abili.
    1. L'uso è più facile ed immediato: se volete visitare comodamente a piedi una città che non conoscete siete liberi di farlo, al ritorno basta cerca una stazione della metropolitana, sono sempre segnate con molta evidenza.
    2. Avete mai preso l'autobus in una città che non conoscete? Siete riusciti a capire facilmente quale prendere e, soprattutto, dove acquistare i biglietti?
    3. Non ho mai visto metropolitane con gradini da salire o scendere, bensì scale mobili e vagoni allo stesso livello del marciapiedi. Vi pare poco?
    4. Iniziare congiungendo i punti di maggiore interesse (aeroporti, università, teatri etc.)sarebbe un enorme passo avanti nel futoro. Caro Stefano concordo pienamente e ti faccio tantissimi auguri

    RispondiElimina
  4. E' mia intenzione votarla come consigliere. Vorrei da parte mia sottolineare i punti del suo programma che più mi convincono, che trovo importanti. Sono:
    1) il risanamento ambientale con la revisione della Pedemontana mettendo stop alla tratta Montecchio Thiene che sarebbe per noi di montecchio un autentico disastro e un'opera inutile.
    2) L'opposizione ai grandi centri commerciali
    3) L'investire nella mediazione civica promuovendo la cittadinanza agli immigrati
    Grazie e sinceri auguri

    RispondiElimina