venerdì 15 giugno 2012

NUOVO PIANO SOCIOSANITARIO: ULTIME BATTUTE IN SERATA

Giornata intensa di discussione e votazioni sugli oltre 200 emendamenti presentati sul testo del nuovo piano sociosanitario. Alcuni rapidi risultati:
-la maggioranza si divide sugli emenendamenti presentati dall'assessore alla sanità Luca Coletto. Bocciati dall'aula i tentativi di riportare in giunta la nomina del segretario regionale e la definizione delle schede ospedaliere e territorioriali, per le quali rimane il parere vincolante della V commissione;
-bocciate le ULSS provinciali;
-accolto il nostro emendamento per il superamento della spesa storica. Definizione delle dotazioni standard, dei costi standard e riparto su criteri omogenei per tutti dal 2014;
-accolto nostro emendamento sulla definizione delle rette di riferimento per le strutture residenziali e semiresidenziali, ma la cosa non è piaciuta all'assessore al sociale Remo Sernagiotto che ha chiesto, e purtroppo ottenuto, la bocciatura dell'intero articolo sulla programmazione delle strutture territoriali. Un bel problema che non so come rimedieranno;
-bocciati i dipartimenti provinciali per la prevenzione e i servizi veterinari che rimangono a dimensione aziendale;
-bocciata la  nostra proposta di definire i livelli essenziali dei servizi sociali.
L'intesa tra Lega e PDL è in crisi conclamata, volto nero per il presidente Zaia. 

2 commenti:

  1. Grazie, anche se aumenta la preoccupazione per la baraonda che sta facendo la maggioranza (o ex maggioranza). Il PSSR è una cosa seria, stanno dimostrando tutto il lato più becero del loro modo di fare politica, sulla testa dei Veneti. Franco

    RispondiElimina
  2. Silvano Bellato18 giugno 2012 14:02

    E' grave che non sia stata accolta la proposta dei LEA nei servizi sociali

    RispondiElimina